Cibo industriale e patologie autoimmuni

Tra i libri migliori che mi sono capitati tra le mani cito spesso quelli della dott.ssa Kousmine che, per chi non la conoscesse, è stata una pioniera per ciò che riguarda l’attenzione alle connessioni tra alcune patologie autoimmuni e il cibo.

La Kousmine nasce nel 1904 e muore nel 1992. Inizia la sua carriera medica intorno agli anni 20 e approfondisce le sue intuizioni negli anni 30.

La sua carriera si intreccia con le profonde trasformazioni di quegli anni, tra la guerra e il benessere del secondo dopo-guerra.

Le sue intuizioni più perspicaci:

  • la formazione della maggior parte degli operatori sanitari è poco o affatto incentrata sulla prevenzione
  • le tecniche e le pratiche agricole hanno impatti molto forti, ma poco studiati, sulla salute dell’uomo e dell’ambiente
  • zuccheri e farine raffinati hanno abbassato il livello di nutrienti essenziali ingeriti dalla popolazione
  • i grassi e oli vegetali estratti ad alte temperature sono alimenti da evitare. L’unico motivo per cui vengono prodotti e commercializzati è quello della economicità per chi li produce

Quello che più mi piace di lei sono i toni polemici e la panoramica offerta sulle trasformazioni avvenute nella popolazione dopo la massiccia introduzione di alimenti prodotti in stabilimenti industriali.

Avete mai letto qualche sua pubblicazione?

RIPRODUZIONE RISERVATA
Dott.ssa
Luana  Vignoli
Dietista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...